ISSN 2612-2553

Riconosciuta dall’ANVUR come rivista scientifica per le aree 08 (Architettura) e 10 (Scienze storico-artistiche)

CON IL PATROCINIO DI

Sistema Museale di Ateneo
Museo della Ceramica di Mondovì
Wolfsoniana
Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Museo Internazionale Design Ceramico
Museo Diffuso Albisola
Archivio Crispolti
Archivi Arti Applicate Italiane
Istituto di Storia dell’Arte Fondazione Giorgio Cini
Fondazione Ragghianti
Fondazione Ragghianti
Museo della Ceramica di Mondovì
Archivi Arti Applicate Italiane
Wolfsoniana
Archivio Crispolti
Istituto di Storia dell’Arte Fondazione Giorgio Cini
Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Sistema Museale di Ateneo
Museo Internazionale Design Ceramico
Museo Diffuso Albisola

Ceramica e Arti Decorative del Novecento

La rivista, con cadenza semestrale, si propone di raccogliere saggi, contributi e recensioni sui temi delle arti decorative/applicate/industriali del Novecento con l’obbiettivo di riunire e rendere confrontabili ricerche provenienti da diversi ambiti scientifici e sollecitare sovrapposizioni e contaminazioni di approccio per il racconto e l’interpretazione del rapporto tra cultura del progetto e produzione nelle sue diverse accezioni di artigianato e industria e delle relazioni che intessono con lo spazio, la ricerca formale e visiva, la comunicazione, la ricezione e fortuna critica, i quadri economici e sociali, le fortune espositive, critiche e di mercato. In questo senso la ceramica evocata dal titolo rappresenta la metafora di un materiale “fossile guida” che ha attraversato tutte le fasi della cultura creativa e produttiva umana e che è rintracciabile in ambiti diversi, dal capodopera al manufatto, dal materiale che si piega all’arte all’oggetto quotidiano e che dunque ben rappresenta, metaforicamente, l’andamento diacronico per quanto non lineare del rapporto tra qualità formale e modalità di utilizzo. Gli articoli pubblicati, risultati di call periodiche e processi di double-blind peer review (vedi comitato scientifico), indagheranno autori, famiglie di oggetti, utilizzi di tecniche, collezioni private e pubbliche con lo scopo di riportare le arti decorative nell’alveo di un più complesso sistema di lettura storico-scientifica, costruire e ri-costruire connessioni e relazioni tra i diversi campi disciplinari e sottrarle, in sintesi, alla categoria del divertissement e dell’analisi puntuale per restituirle al ruolo di campo di sperimentazione di modificazioni e innovazioni formali, di gusto e d’uso. A questo scopo, il comitato scientifico è composto da storici dell’arte, dell’architettura, del design, delle arti decorative e da specialisti di ceramica, vetro, che condividono la visione inclusiva che intendono arricchire e perfezionare. La rivista utilizza un sistema software proprietario per gestire efficacemente il processo di revisione, dalla sottomissione dell’articolo fino alla preparazione della bozza finale da parte del grafico, con l’obiettivo di ridurre al minimo i tempi richiesti per la pubblicazione. Le recensioni, appena accettate, verranno pubblicate anche nel sito, per permetterne una diffusione rapida.

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 10

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero X

Questo numero si apre con un prezioso editoriale di Micky Wolfson, grande collezionista, fondatore della Wolfsoniana di Genova e del Wolfsonian-FIU di Miami Beach. Micky ci accompagna in un viaggio che mostra l’evoluzione della ceramica, da quella francese di fine Ottocento a quella americana degli anni Trenta, illustrato da pezzi delle sue collezioni. Il saggio di Anna Maria Ruta analizza i bellissimi panciotti, progettati da Fortunato Depero, ma anche da Giacomo Balla, Pippo Rizzo e Anita Pittoni. I panciotti di Depero furono tutti realizzati per personaggi del movimento futurista, incluso Marinetti...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 9

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero IX

Anche in questo numero, la rivista dedica un ampio spazio alle arti decorative siciliane. Anna Maria Ruta racconta la storia di due piccole ma interessanti manifatture, la Corniglione di Catania e la Vella di Caltagirone. Ettore Sessa dedica un ampio saggio all’architetto Salvatore Caronia Roberti, concentrandosi sui suoi contributi all’arredamento e alle arti decorative. Giorgio Levi illustra e discute un importante mobile inedito di Alfio Fallica, architetto e designer catanese. Il mondo affascinante dei costumi di scena d’autore, conservati alla Fondazione Cerratelli di Pisa, viene rivelato da Bruna Niccoli...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 8

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero VIII

L’ottavo numero di “Ceramica e Arti Decorative del Novecento” non poteva non esordire con un ricordo di Doretta Davanzo Poli, che recentemente ci ha lasciato, affidato alla penna e alla memoria di Maria Beatrice Bertone. Pioniera degli studi sul tessuto antico e moderno, Davanzo Poli ha marcato il passo nel campo degli studi di storia della moda e del costume, svincolandola dal ruolo spesso ancillare affidatole dalla storia materiale o dalla storia dell’arte, per divenire – in senso compiuto – disciplina autonoma e di primo piano. Nel quarto numero di CAD900 (2019), Doretta ci aveva accompagnato alla scoperta dei ricami e dei merletti...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 10

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero X

Questo numero si apre con un prezioso editoriale di Micky Wolfson, grande collezionista, fondatore della Wolfsoniana di Genova e del Wolfsonian-FIU di Miami Beach. Micky ci accompagna in un viaggio che mostra l’evoluzione della ceramica, da quella francese di fine Ottocento a quella americana degli anni Trenta, illustrato da pezzi delle sue collezioni. Il saggio di Anna Maria Ruta analizza i bellissimi panciotti, progettati da Fortunato Depero, ma anche da Giacomo Balla, Pippo Rizzo e Anita Pittoni. I panciotti di Depero furono tutti realizzati per personaggi del movimento futurista, incluso Marinetti...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 9

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero IX

Anche in questo numero, la rivista dedica un ampio spazio alle arti decorative siciliane. Anna Maria Ruta racconta la storia di due piccole ma interessanti manifatture, la Corniglione di Catania e la Vella di Caltagirone. Ettore Sessa dedica un ampio saggio all’architetto Salvatore Caronia Roberti, concentrandosi sui suoi contributi all’arredamento e alle arti decorative. Giorgio Levi illustra e discute un importante mobile inedito di Alfio Fallica, architetto e designer catanese. Il mondo affascinante dei costumi di scena d’autore, conservati alla Fondazione Cerratelli di Pisa, viene rivelato da Bruna Niccoli...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 8

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero VIII

L’ottavo numero di “Ceramica e Arti Decorative del Novecento” non poteva non esordire con un ricordo di Doretta Davanzo Poli, che recentemente ci ha lasciato, affidato alla penna e alla memoria di Maria Beatrice Bertone. Pioniera degli studi sul tessuto antico e moderno, Davanzo Poli ha marcato il passo nel campo degli studi di storia della moda e del costume, svincolandola dal ruolo spesso ancillare affidatole dalla storia materiale o dalla storia dell’arte, per divenire – in senso compiuto – disciplina autonoma e di primo piano. Nel quarto numero di CAD900 (2019), Doretta ci aveva accompagnato alla scoperta dei ricami e dei merletti...

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero X

Questo numero si apre con un prezioso editoriale di Micky Wolfson, grande collezionista, fondatore della Wolfsoniana di Genova e del Wolfsonian-FIU di Miami Beach. Micky ci accompagna in un viaggio che mostra l’evoluzione della ceramica, da quella francese di fine Ottocento a quella americana degli anni Trenta, illustrato da pezzi delle sue collezioni. Il saggio di Anna Maria Ruta analizza i bellissimi panciotti, progettati da Fortunato Depero, ma anche da Giacomo Balla, Pippo Rizzo e Anita Pittoni. I panciotti di Depero furono tutti realizzati per personaggi del movimento futurista, incluso Marinetti...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 10

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero IX

Anche in questo numero, la rivista dedica un ampio spazio alle arti decorative siciliane. Anna Maria Ruta racconta la storia di due piccole ma interessanti manifatture, la Corniglione di Catania e la Vella di Caltagirone. Ettore Sessa dedica un ampio saggio all’architetto Salvatore Caronia Roberti, concentrandosi sui suoi contributi all’arredamento e alle arti decorative. Giorgio Levi illustra e discute un importante mobile inedito di Alfio Fallica, architetto e designer catanese. Il mondo affascinante dei costumi di scena d’autore, conservati alla Fondazione Cerratelli di Pisa, viene rivelato da Bruna Niccoli...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 9

Ceramica e Arti Decorative del ‘900 | Numero VIII

L’ottavo numero di “Ceramica e Arti Decorative del Novecento” non poteva non esordire con un ricordo di Doretta Davanzo Poli, che recentemente ci ha lasciato, affidato alla penna e alla memoria di Maria Beatrice Bertone. Pioniera degli studi sul tessuto antico e moderno, Davanzo Poli ha marcato il passo nel campo degli studi di storia della moda e del costume, svincolandola dal ruolo spesso ancillare affidatole dalla storia materiale o dalla storia dell’arte, per divenire – in senso compiuto – disciplina autonoma e di primo piano. Nel quarto numero di CAD900 (2019), Doretta ci aveva accompagnato alla scoperta dei ricami e dei merletti...

Ceramica e Arti Decorative del Novecento 8

Ultime Recensioni

Emanuele Luzzati al Maggio Musicale Fiorentino

La particolarità di questo catalogo, come osserva Sergio Noberini (Presidente Lele Luzzati Foundation), è che costituisce oggi una notevole “raccolta di esempi e modelli” che possono essere intelligentemente usati “con finalità didattiche, tanto per esperti, come per neofiti”: un patrimonio unico che permette di divulgare “metodi e soluzioni”, di tramandare una pratica fondata sul confronto tra l’autore e gli altri artefici dello spettacolo, tutti coloro che collaborano alla magia del teatro, i registi, i compositori, senza escludere il prezioso contributo della letteratura teatrale e della musica.

Mario Sironi. Sintesi e grandiosità

La mostra Mario Sironi. Sintesi e grandiosità è concepita intorno a un solido punto di forza: si concentra sui cicli monumentali che Sironi ha approntato per Milano, ma non solo. Come affermato da una delle curatrici, Anna Maria Montaldo, l’intento è quello di “mettere in luce la diffusa presenza dell’opera di Sironi all’interno del tessuto urbano di Milano e del suo territorio”. Una scelta volta, quindi, anche alla valorizzazione del contesto.

La vetrata artistica a Firenze dal Trecento al Novecento

Nel corso degli scorsi decenni, i libri dedicati alle vetrate italiane sono stati incentrati per lo più sulla vetrata medievale e rinascimentale. Il volume di Silvia Ciappi e Lucia Mannini, invece, dà una mappatura della vetrata fiorentina nella continuità del tempo; parte dal Medioevo, attraversa il Rinascimento ma analizza come l’Ottocento, tempo dei restauri sistematici delle vetrate antiche e delle prime sperimentazioni con tecniche e approcci stilistici eclettici...

Klimt. La Secessione e l’Italia

Klimt. La Secessione e l’Italia è stata una tra le mostre di successo dell’inverno 2021/2022. Nata dalla collaborazione tra il Comune di Roma Capitale, la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, il Belvedere Museum di Vienna e in cooperazione con la Klimt Foundation di Vienna, la mostra è stata curata da Franz Smola, curatore del Belvedere, da Maria Vittoria Marini Clarelli, all’epoca Sovrintendente Capitolina ai Beni Culturali e da Sandra Tretter, vicedirettore della Klimt Foundation.

Tra Munari e Rodari: il mondo verde di Emilio Ambasz

Scorrendo la rassegna delle opere di Emilio Ambasz, architetto argentino, di formazione statunitense e di vocazione nomade, premiatissimo, stimato, studiato, a cui nel 2021 è stato intitolato nientemeno che un istituto di ricerca ospitato dal MoMA e dedicato allo studio per una nuova architettura, viene da chiedersi come mai non compaia nelle costellazioni in cui brillano le archistar.

Notizie ed Eventi

Contattaci

 

Per qualsiasi richiesta di informazioni puoi contattarci utilizzando questo modulo.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile!

13 + 9 =

DIRETTORE RESPONSABILE

ALI FILIPPINI

 

CON IL PATROCINIO DI

Fondazione Ragghianti
Museo della Ceramica di Mondovì
Archivi Arti Applicate Italiane
Wolfsoniana
Archivio Crispolti
Istituto di Storia dell’Arte Fondazione Giorgio Cini
Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Sistema Museale di Ateneo
Museo Internazionale Design Ceramico
Museo Diffuso Albisola
Privacy Policy • Cookie Policy

CERAMICA E ARTI DECORATIVE DEL NOVECENTO - © COPYRIGHT 2018
Edizioni Zerotre - Artifices SRLS - P.IVA: 04429100235 - REA: vr-419537
Registrazione al Tribunale di Milano n. 221 del 25/07/2018

Resta aggiornato sulle novità!

Iscrivendoti alla nostra newsletter ti terremo aggiornato sulle novità più importanti e le prossime pubblicazioni!

La tua iscrizione è andata a buon fine!